Vi presento “L’orto di Massimino”, rubrica per bambini – Terra Trentina

Apprendere giocando è il miglior modo per crescere e con l’ortolano Massimino non ci si annoia mai! A partire dal numero 1 del 2017 ho iniziato la collaborazione con Terra Trentina, periodico di agricoltura, ambiente, tecnica e turismo rurale della Provincia autonoma di Trento, e scrivo per la nuova rubrica per bambini “L’orto di Massimino”. Attraverso Massimino spiego ai bambini i misteri di carote e insalate, pomodori e zucchine, piante aromatiche e cereali. Nelle prossime settimane Massimino ci terrà compagnia: non perdetevi i suoi consigli e i suoi racconti! Se avete delle domande scrivete a ortodeibambini@gmail.com.

Massimino, personaggio del libro "L'orto dei bambini"

Cari bambini e care bambine,
mi chiamo Massimino e nel tempo libero mi prendo cura delle piante dell’orto.

Coltivo da anni, con la mia famiglia, piante aromatiche, ortaggi, frutti, cereali e fiori, sperimentando vari metodi di coltivazione, ma sempre nel rispetto della natura e dei suoi tempi.

Siete curiosi di scoprire com’è fatta una pianta, di esplorare la vita dell’orto, di conoscere la provenienza di quello che si mangia?

Provate allora a coltivare un piccolo orto: è vero che ci vogliono impegno, costanza e pazienza, ma è molto divertente, potrete raccogliere e gustare i deliziosi frutti che la terra vi regala… e dire a tutti che il vostro raccolto è il più buono del mondo!

Se non potete coltivare ortaggi in piena terra, procuratevi dei vasi o delle cassette di legno, un po’ di ghiaia, del terriccio, qualche seme… e l’orto è fatto! Iniziate seminando ravanelli, bietole e pomodorini e trapiantando lattuga e basilico. Ricordatevi di mettere le etichette con il nome della pianta e la data di inizio dei lavori.

Tenete un diario dell’orto dove annotare le vostre osservazioni e i dati raccolti e arricchitelo con disegni, foto e racconti.

Se avete domande o curiosità, se volete inviare un disegno delle vostre piante, una foto, un racconto o una gustosa ricetta scrivetemi (ortodeibambini@gmail.com). Risponderò a tutti e raccoglierò i vostri lavori nel DIARIO DELL’ORTO. Ad ogni puntata vi farò conoscere una pianta: iniziamo dal pomodoro. Trovate inoltre, giochi, disegni e quiz da scaricare e colorare QUI.

A presto! Massimino

Se vuoi leggere l’articolo n. 1/2017, clicca QUI.

L’orto di Massimino in Terra Trentina

Orti didattici 2020-2021: finanziamento di nuovi progetti delle scuole del primo ciclo

Le iniziative per la realizzazione degli orti scolastici e del recupero di aiuole di pertinenza della scuola hanno visto un’ampia partecipazione da parte delle scuole trentine. Tutto è iniziato nel 2018 con l’approvazione della  Legge provinciale n. 2/2018 “Istituzione, promozione e finanziamento degli orti didattici in Trentino” approvata il 26 gennaio 2018 e presentata in 4 incontri sul territorio, “Aule a cielo aperto“, che hanno visto un’ampia partecipazione di insegnanti e persone interessate al tema.

Orti scolastici

Obiettivo: diffondere la cultura del verde e dell’agricoltura tra i più giovani, sensibilizzandoli sui temi della sostenibilità alimentare e dell’alimentazione sana ed equilibrata, promuovendo la biodiversità e il rispetto dell’ambiente.

Continue reading

Lo spaventapasseri Cirillo

Nella rubrica per bambini “L’orto di Massimino” sulla rivista Terra Trentina (a pag. 78) vi ho parlato degli spaventapasseri e nel post Uno spaventapasseri nell’orto abbiamo visto l’importanza e la bellezza di questa figura speciale!

Barbara, che abita a Trento, mi ha spedito alcune foto. Questo è Cirillo, il suo spaventapasseri.

Spaventapasseri
Cirillo

Barbara si è divertita a fotografare anche gli spaventapasseri dei vicini. Continue reading

Uno spaventapasseri nell’orto

Quando vedo uno spaventapasseri rimango sempre colpita da questo personaggio colorato e stravagante, frutto della creatività di chi l’ha realizzato. Nell’orto ha una funzione molto utile: aiuta a tenere lontani alcuni uccelli un po’ dispettosi e molto ghiotti di semini, come i corvi e i passeri.

Osservate con attenzione: ogni spaventapasseri ha qualcosa di speciale e… racconta una storia.

Rocco

Continue reading

Corso “Orto come bene comune: tra territorio e comunità” a Trento

Si è concluso il corso “Orto come bene comune: tra territorio e comunità. Laboratorio per un progetto partecipato di orto comunitario” organizzato dal Comune di Trento – Servizio Beni Comuni in collaborazione con Non Profit Network CSV.

Programma corsoScarica il programma

Continue reading

Morena Paola Carli e “L’orto dei bambini”: un racconto, una guida e un sito web

La mia passione è realizzare esperienze di orticoltura didattica nelle scuole

Chi sono

Laureata in lingue e letterature straniere moderne, scrittrice, formatore, guida e accompagnatrice turistica, membro dell’Associazione Donne in Campo (Donne in Campo Trentino), curiosa e appassionata della natura, mamma di Lorenzo e Francesco e moglie di Massimo, anzi, Massimino… credo nell’importanza e nella bellezza delle relazioni umane. Continue reading

Impariamo a conoscere le piante: il porro

Questo è il periodo migliore per raccogliere i porri, un versatile ortaggio autunnale.

Il porro

Il porro è un ortaggio da foglia, come la bietola, il cavolo cappuccio, la lattuga e lo spinacio. Viene anche detto ortaggio da fusto, ma in realtà si tratta di un falso fusto perché è formato dalle foglie poste strette una vicino all’altra! Continue reading

Impariamo a conoscere le piante: il pomodoro

A maggio è tempo di trapiantare i pomodori! Un ortaggio sano, gustoso e profumatissimo che viene da lontano…

Lo sapevi che?

Ascolta che cosa ci racconta Melania, la melanzana saggia, uno dei 3 personaggi guida del libro “L’orto dei bambini“.

Melania, personaggio del libro "L'orto dei bambini"Il pomodoro è originario della zona tropicale dell’America del Sud e Centrale. Gli europei lo introdussero in Europa nel XVI secolo e, con tutta probabilità, i primi pomodori conosciuti dagli europei erano di colore giallo.

Solo verso la fine del XVII secolo il pomodoro, inizialmente considerato una pianta medicinale o utilizzato per abbellire i balconi, fu coltivato per uso alimentare.

Dal seme al frutto

Continue reading